Esercizi di epidemiologia descrittiva 2015

ESERCIZI DI EPIDEMIOLOGIA DESCRITTIVA   2015

1. Ai primi di gennaio sono stati rilevati 2726 casi di influenza in una comunità costituita da 73 228 individui. Alla fine dell’anno, i casi sono risultati 3058. Calcolare il tasso di prevalenza e il tasso di incidenza
di influenza in quella comunità e la loro durata media (espressa in anni).
Risultati   P = 37.2%o  ;               I = 4.7 %o ;      D= 7.9 anni


2. In una comunità per anziani ci sono 100 residenti. All’inizio di gennaio ci sono 10 malati di influenza, durante il mese si ammalano 15 anziani.
Calcolare la prevalenza puntuale, la prevalenza periodica e l’incidenza.
Risultati  P= 10%   P25%     I=  16,7 %

3. In una città vivono 1000 abitanti di età superiore a 35 anni, di cui il 45% maschi.
All’inizio del 2014 erano già diagnosticati 10 casi di tumore all'utero, alla fine dell’anno sono saliti a 15.
Calcolare il tasso di prevalenza e di incidenza del tumore all’utero nel paese.
Tieni presente che due persone sono morte durante l’anno a causa del tumore, quindi calcola anche la letalità dello stesso.
Risultati   Pi =  1,8%   Pp = 2,7%  I = 0,9%  L=  13,3%

4. Nel mese di gennaio 2014 sono nati in Neberia 1000 bambini.
2 bambini sono nati morti
3 bambini sono morti due giorni dopo la nascita.
Alla fine del mese ne sono morti altri 25 .
Prima di Natale i morti erano saliti a 150.
Calcola la mortalità neonatale, perinatale e infantile
Risultati  MN= 2.8%      MP= 0.5%   MI= 15%

5. La gastroenterite è molto diffusa in Neberia, infatti su 10000 bambini, all’inizio di febbraio 100 erano malati, alla fine di febbraio se ne sono ammalati altri 200 e ne sono morti 50.
Calcolare il tasso di prevalenza del mese di febbraio e di marzo, il tasso di incidenza a febbraio, la Letalità della gastroenterite in quella comunità e la loro durata media (espressa in anni).
       Risultati  Pfebbraio=  3%;  Pmarzo= 2.5%;  I= 2%;  L=16.7%;   D= 1.5 anni

6. Viene condotto uno studio sul diabete e si rileva che in città centro vivono 1000 abitanti  e di questi 100 risultano avere il diabete.  In città periferia vivono 1500 abitanti di cui 150 diabetici.
Secondo te dove c’è la maggiore prevalenza di diabete?
In centro abitano 500 anziani, in periferia 200.
Queste ulteriori informazioni a quali conclusioni ti portano?
Risultati  Pc = 10%;  Pp=  10%;

7. Osserva attentamente la figura 4.7 a pag. 56 del libro di Igiene e scrivi le tue conclusioni.

8. Nelle terze di una scuola si vuole fare un indagine per HPV per sapere il numero di vaccini da somministrare. La popolazione è di 300 alunni, il 30% è maschile, il 10% delle donne è vaccinata.
Qual'è la prevalenza delle persone già protette? Calcolare la percentuale di persone a cui somministrare il test.
Risultati  P = 10%     % = 63% 

9. In Tapilandia sono nati 1000 bambini nel mese di febbraio di questi 10 sono nati morti,10 sono morti dopo 3 giorni,10 sono morti dopo 20 giorni,10 morti durante l'anno. Calcolare la mortalità perinatale, natimortalitá, infantile e neonatale.
Risultati   Np= 2%  Nm= 1%  Mn= 2%  Mi = 3%

10. In una città , nel 2012, sono stati diagnosticati 50 nuovi casi di diabete senile in soggetti ultracinquantenni, in aggiunta ai 300 casi preesistenti. La popolazione media nell’anno ammontava a 20000, con il 40% di ultracinquantenni. Calcolare il tasso di morbosità (rapporto tra numero malati e popolazione, in pratica la morbosità è la prevalenza se si tratta di malattia, se è un evento si chiama prevalenza) a inizio periodo e quello di incidenza. Sapendo inoltre che tra gli individui già affetti da diabete ne sono deceduti, per tale causa, 10, tutti in età pensionistica, calcolare tasso specifico di mortalità e tasso di letalità. 
M= 4.3   I=0.65 %  Mort= 0.125%   L= 2.8%


11. La popolazione residente in una città è di 200 000 abitanti, suddivisi in parti uguali tra maschi e femmine. In un dato anno, si sono verificati 1500 decessi per tutte le cause (di cui il 60% era di sesso maschile). Nello stesso anno, i casi di influenza sono risultati 200 (120 maschi e 80 femmine) e tra questi si sono avuti 10 decessi, 4 dei quali di soggetti di sesso femminile. Si domanda: a) il tasso di mortalità generale della popolazione nell’anno esaminato e il tasso specifico per i due sessi; b) il tasso specifico di mortalità per l’influenza complessivo e disaggregato per sesso; c) il tasso di morbosità per influenza complessivo e disaggregato per sesso;  d) il tasso di letalità di questa malattia; e) la mortalità proporzionale per influenza.
a) Mtot = 7.5 ‰; Mm= 9 ‰; Mf= 6‰;  b) Minfluenza tot= 5 %; Minfluenza m = 5%; Minfluenzaf = 5 %

c) Morbosità influenza tot= 1‰ ; Morbosità influenza m= 1.2‰ ; Morbosità influenza f= 0.8‰ ; 

d) L= 5%;  e) 0.6 %


12. Su 2000 gravidanze che si protraggono oltre la 28a settimana di gestazione, si registrano le seguenti nascite:
40 nati morti,
20 morti nella prima settimana di vita,
10 tra la seconda e la quarta settimana,
50 tra il secondo e il dodicesimo mese di vita.
Calcolare: a) tasso di nati-mortalità; b) tasso di mortalità infantile; c) tasso di mortalità perinatale.
NM =20 ‰   MI = 40.8‰  MP= 30 

13.  Nella scuola Manzoni la popolazione è di 350 alunni di cui 120 sono maschi. Nel mese di marzo si sono  verificati 32 casi di morbillo tra i maschi, e 15 tra le femmine. Successivamente, nel mese di aprile si sono avuti altri 10 casi di morbillo.
Calcolare la prevalenza ed i tassi d'attacco ( prevalenza iniziale) sesso specifici del mese di marzo, la prevalenza periodica marzo-aprile e l'incidenza.
P= 13%  Pf =6,5  Pm =26.7%   Pp =16,3%  I= 3.3%   

14. Nella città di Rocca a gennaio sono stati rilevati 160 casi di diabete in una comunità costituita da 70.000  individui.  A giugno i casi erano saliti a 500 e alla fine dell’anno, i casi sono risultati  in tutto 900. Calcolare il tasso di prevalenza e il tasso di incidenza di diabete in quella comunità e la loro durata media (espressa in anni).
P= 2.3 %o;  I = 10%o;  D= 2.3 anni persona

15. In un ospedale di due piani ci sono 1000 pazienti, 500 per ogni piano. Nel mese di gennaio si sono verificati al primo piano 30 infezioni di varicella ed al secondo piano 25.
Calcolare la prevalenza totale e disaggregata per piano.
Sapendo che il reparto di Pediatria è al primo piano, quali ulteriori considerazioni si possono fare?
Pt = 5,5% ;  P1= 6%;  P2 = 5%

16. In un centro del Sud America, vicono 5000 persone, all’inizio del 2010 vennero individuati 100 casi di tubercolosi, entro la fine dell’anno ne vennero diagnosticati altri 350.
Calcolare il tasso di prevalenza e di incidenza della tubercolosi.
Durante l’anno a causa della tubercolosi,  sono morte 5 persone. Calcola la letalità della stessa.
P= 2%;  I= 7,1% 

17. Osserva la tabella seguente e scrivi le conclusioni.

18. Osserva e commenta la seguente tabella sull'incidenza dell'influenza di questo anno riferendoti in particolare al periodo di incremento maggiore e alla differente distribuzione per età. riferisci anche in che fase si trova la curva epidemica e se è possibile prevederne il termine.


19. Osserva queste piramidi e scrivi le tue considerazioni.





20. In un centro del Sud si vuole praticare il Pap test per lo screening del tumore della cervice uterina. Su 1.000 abitanti di età superiore a 30 anni, 450 sono maschi, 30 donne hanno subito un'isterectomia , 20 hanno già avuto una diagnosi di tumore alla cervice uterina e 50 si sono ammalate negli ultimi sei mesi. 
Calcolare quanti test devono essere praticati, la prevalenza e l'incidenza del tumore.
P= 3,8 % ; I = 10% 

21. La sopravvivenza media per un tumore dopo l'intervento chirurgico è stimata in 5 anni. 
Se la malattia ha un'incidenza di 10 casi ogni 100000 , quante persone si può prevedere ne siano affette? 
0,5  ‰ ;

22. Per studiare l'aterosclerosi, nel 2000 una popolazione di 1000 persone di età compresa
tra 35 e 60 anni è stata seguita per 5 anni. All'inizio dello studio erano affette dalla malattia 5 persone, al termine del primo anno si sono ammalate altre 2, al termine del secondo altri 5, alla fine del terzo altri 1, alla fine del quarto altri 4, alla fine del quinto altri 1.
Calcola:
a - la prevalenza all'inizio del primo, terzo e quinto anno;
b - la prevalenza alla fine del terzo e quinto anno;
c - l'incidenza nel primo anno;
d - l'incidenza del periodo considerato ( per questo ultimo calcolo devi sapere che l'esperienza delle persone -tempo nello studio è 4946 cioè calcolata sommando i casi nuovi per il numero degli anni  2x1+5x2+1x3+4x4+1x5+5x982= 4946 persone anno )



a) P1= 0.5 % ;  P2= 1.2%;  P3=  1.7%
b) P1= 1.3%; P2 =1.8%;
c)  I= 0.2% ;
d) Ic = 0.26%

23.  Osserva la tabella X Descrivi quali dati sono riportati e sintetizza le informazioni più importanti che ne puoi trarre.
Tabella X. Numero di casi di gastroenterite acuta nella città di Rocca  tra il 1990 ed il 2010

Anno
Numero di casi
1990
100
1995
200
2000
400
2005
600
2010
800

Quali spiegazioni puoi ipotizzare per spiegare l’incremento nel numero dei casi nella città di Rocca ?

24. La tabella Y mostra il numero di morti nel primo anno di vita in due ASL tra il 2010 ed il 2012 . Nel 2011 sono stati introdotti degli specifici programmi per ridurre la mortalità infantile nelle due ASL .
a) Sapresti dire in quale delle due ASL  c’e’ una più marcata riduzione nella mortalità causata dal programma?
b) Se il programma dovesse continuare in una sola ASL, quale sceglieresti? (assumi che le riduzioni siano causate dai programmi)
Tabella Y . Numero di morti nel primo anno di vita

Anno
ASL1
ASL2
2010
300
5000
2012
60
4000
ASL1= 80%  ASL2 =20%

25. La ASL di Rocca vuole programmare un piano di assistenza domiciliare per persone  anziane ammalate ( cioè si vuole capire quante persone non sono autosufficienti o lo diventeranno).
All'inizio del 2010 la popolazione era di 10.000 persone alla fine dell'anno di 12.000. All'inizio i pazienti erano 45: di questi 10 sono morti durante il 2010, e 5 si sono trasferiti dai figli. Altre 20 persone si sono ammalate nel 2010 e 5 di queste sono morte durante l'anno.
Calcola la prevalenza puntuale all'inizio e alla fine del 2010 e la prevalenza periodale nel 2010. 
Pi= 4,5 %o   Pp= 3.7%o

Commenti

  1. salve, nell'esercizio numero 1, come è stata calcolata la "loro durata media (espressa in anni)" ? ho calcolato i 2 tassi e si trovano ma n riesco a calcolare la media,qualcuno puo' spiegarmi i vari passaggi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prevalenza di una malattia dipende dal suo tasso di incidenza e dalla sua durata. Quindi la durata media è calcolata utilizzando la seguente formula :
      P = I x D

      D = P/I

      Elimina
    2. grazie mille per la sua disponibilità

      Elimina
  2. Nell'esercizio n.3 in effetti c'era un refuso informatico. Grazie per la segnalazione. Pi = prevalenza iniziale Pp= prevalenza periodale

    RispondiElimina
  3. Ma nell'esercizio 6 la prevalenza non dev'essere calcolata in base alle persone esposte al rischio (e quindi 500 per il centro e 200 per la periferia)?
    Da qui viene:
    Pc= 100/500 = 20%
    Pp= 150/200 = 75%

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nell'esercizio 6 la prevalenza va calcolata sulla popolazione totale di 1000 abitanti e risulta essere la stessa percentuale in centro e periferia.
      Il dato successivo da un'interessante indicazione, ossia che in periferia ci sono più diabetici giovani!

      Elimina
  4. salve.. svolgendo gli esercizi mi è sorto un dubbio. l'esercizio 13 chiede di calcolare l'incidenza ed io so che è il rapporto tra i nuovi casi di malattia e la popolazione a rischio. i nuovi casi di malattia sono 10 perchè queste 10 persone si ammalano nel mese di aprile mentre quelle di marzo non le devo considerare perchè mi dice che sono malate per cui per trovare la popolazione a rischio , non dovrei fare : 350-32-15? ormai le 32+15 persone che si sono ammalate nel mese di marzo non devo prenderle piu' i considerazione perchè non si possono ammalare di nuovo. invece dal risultato ottenuto mi accorgo che l'incidenza è stata calcolata rapportando i nuovi casi cioè 10 sul totale della popolazione , ossia 350. come mai?

    RispondiElimina
  5. Salve, non mi è chiaro l'esercizio 20. Per calcolare la prevalenza, bisogna porre al numeratore i malati, quindi 50+20 e al denominatore non dovrei porre la popolazione totale femminile? quindi 550 donne togliendo le 30 donne senza utero..

    RispondiElimina
  6. La Prevalenza è calcolata P= 20/520 perchè 20 sono i casi iniziali e 520 le donne a rischio escluse le isterectomizzate. 50 casi sono successivi e vanno considerati nel calcolo dell'incidenza I = 50/500

    RispondiElimina
  7. Es 1
    Come la calcolate la prevalenza?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prevalenza va calcolata con la seguente formula P= casi di malattia/popolazione

      Elimina
  8. ma nell'esercizio due perchè l'incidenza è pari al 16,7% e no a 15%?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I = 15 (NUOVI MALATI) / 90 (POPOLAZIONE A RISCHIO) = 16,7%

      Elimina
  9. Buongiorno nell'esercizio 5 come calcolate la prevalenza di marzo?Grazie

    RispondiElimina
  10. Salve, nell'esercizio 8 come è stata calcolata la prevalenza?

    RispondiElimina
  11. La prevalenza ( ho corretto il dato) sulla popolazione femminile, la percentuale su tutta la popolazione

    RispondiElimina
  12. Salve, se avesse messo le spiegazioni sotto a ciascun esercizio....sarebbe stato meglio, non ci sarebbero state sicuramente tutte queste domande a cui rispondere >.< [ad es. io avrei domande per ciascun esercizio :(( ]

    RispondiElimina
  13. Capisco, ma di solito li spiego in classe...

    RispondiElimina
  14. Salve. Nell'esercizio 14 la prevalenza non è calcolata 900/70000?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No è calcolato 160/70000, ossia la Prevalenza iniziale.

      Elimina
  15. mi scusi per quale motivo nell'esercizio 1 la prevalenza e l' incidenza siano quei numeri? ho applicato la formula di prevalenza = n° dei casi in un determinato istante/ n° popolazione e mi esce 3.72% e non 37.2%

    RispondiElimina
  16. E' uguale, è espresso in per mille perciò è 37,2. Non si legge bene l'altro zero in pedice è un pò più grande.

    RispondiElimina
  17. Le chiedo un chiarimento in merito all'esercizio n.1. Non ci sono problemi relativi al suo svolgimento, ma al significato di 7,9 anni nella durata della malattia. qual è il significato da attribuire a questo dato? Grazie

    RispondiElimina
  18. La durata di un evento sanitario incide sulla prevalenza, quindi se si accorcia la durata con trattamenti sanitari, ne diminuisce la prevalenza e l'incidenza. Questo dato è importante per chi opera nella gestione sanitaria per capire come e quando intervenire.

    RispondiElimina

Posta un commento